• An Image Slideshow
  • An Image Slideshow

Per san Benedetto il lavoro non è un semplice rimedio contro l'ozio, ma è l'espressione della ferma volontà del monaco di conformarsi a Cristo e alla Comunità cristiana delle origini. " Allora sono veramente monaci se vivono del lavoro delle proprie mani: così come fecero i nostri Padri e gli Apostoli"( RB 48,8 ). Il lavoro è sottratto ad ogni logica di profitto, è animato dal rispetto e dalla considerazione della persona che lavora". Tutto però si deve compiere con misura per riguardo ai deboli" ( RB 48, 9 ).

In Monastero il lavoro intellettuale e quello manuale hanno pari riconoscimento e fuggono ad ogni tentativo di gerarchizzarli; il monaco li svolge entrambi, con attenzione ai tempi e alle forze di ogni membro della Comunità.

L'attività lavorativa in Monastero esige l'osservanza delle norme, il rispetto della legalità, l'attenzione alle risorse interne e a quelle del territorio, la conoscenza della propria tradizione e della propria storia, l'intelligenza delle prospettive e delle tendenze. Esige umiltà e competenza. Ci fa condividere la situazione comune a tanti nostri fratelli e sorelle.

 

 Oltre le attività tradizionali, la comunità sta curando la catalogazione e informatizzazione dell' ARCHIVIO DELLA BIBLIOTECA MONASTICA

 

 Da circa un anno la Comunità monastica cura la diffusione dei prodotti dei vari Monasteri italiani ed esteri, per maggiori informazioni visitate il sito COME BIO COMANDA